OTTO: nascita di The Coaching Hub

Come 8 coach si sono trasformati in The Coaching Hub

di Francesca Sellani

Otto è proprio un gran bel numero, lo si può dividere in parti uguali facilmente, se lo capovolgi mantiene la stessa forma e significato, se invece lo metti in orizzontale prende la forma e il significato dell’infinito.

Noi ad esempio siamo 8 coach e da questo nostro numero abbiamo voluto creare un hub – The Coaching HUB – nome che a noi dà l’idea di un luogo fatto di mobilità ma anche di sosta per noi stessi e per i nostri clienti.

Un luogo dove riprendere fiato, riposare, scaldare i muscoli e poi ripartire con le idee più chiare sul dove andare e come andarci.

Lo spazio del coaching:  Azione + evoluzione

Il coaching per noi rappresenta proprio questo, crearsi uno spazio relazionale protetto e potenziante attraverso il quale fare il punto con sé stessi e ridarsi slancio. La creazione di The Coaching HUB va in questa direzione, è una libera associazione in cui le prime regole che ci siamo dati è che si sia tutti coach professionisti, niente sovrastrutture organizzative e societarie, competenze riconosciute e messe a disposizione di tutti.

Tuttavia ci siamo riconosciuti prima che come coach come professionisti, come portatori di storie lavorative importanti vissute all’interno di organizzazioni complesse.

The coaching HUB: 8 coach differenti, per saper ascoltare e incontrare le differenti realtà dei nostri clienti

Le nostre diversità si compensano e ci diversificano rispetto ad un mercato fatto in larga misura da competenze non cresciute in azienda. Al nostro interno convivono esperti di marketing, di comunicazione strategica e digitale, di processi e metodologie formative, di processi HR e di controllo di gestione, solo per citarne alcune. Questa nostra realtà composita ci permette di comprendere le realtà di una vasta gamma di clienti molto velocemente e al contempo di fornire loro dei servizi di coaching altamente qualificati da persone che hanno saputo e voluto investire sulla loro professionalità nel tempo.

Dobbiamo aggiungere ancora tanta strada al nostro percorso e nel frattempo ognuno di noi si sta assestando all’interno di questo nostro spazio.

Mai stanchi di interrogarci

Siamo 8 storie in movimento e questo mantiene l’HUB in una posizione di continua riflessione interna, non è raro perciò che nelle nostre riunioni ci si chieda “Perché stiamo facendo questa cosa e perché in questo modo?”.

Abbiamo sogni grandi ma che abbiamo deciso di costruire un passo alla volta, è così che dicono si scalino le montagne senza rendersene conto.

Noi un passo alla volta abbiamo già un progetto avviato da far crescere con le forze nostre e di chi si riconoscerà in noi.

Come si diceva all’inizio otto è un gran bel numero.